Spuntino lettura

pablo.png

Invece della solita intervista, oggi vi svelo una piccola-grande bellissima novità.

Un altro mio racconto è stato selezionato per entrare nell’antologia Sognando creata da Sognatori Erranti  il cui ricavato sarà interamente devoluto alla PROTEZIONE CIVILE con la causale TERREMOTO DEL LAZIO. Continua a leggere “Spuntino lettura”

Tutti uniti per la zampa

uniti per la zampa.png

C’è un errore, gli autori hanno mani che battono sui tasti a velocità impressionante, che tengono penne per scarabocchiare sui fogli. Non zampe. Le zampe le hanno gli animali.

Eppure qui tutti hanno unito le zampe immaginando di averle.

Il titolo già ne parla. Buck ha chiamato a raccolta chi, come lui, sentisse il desiderio di aiutare gli uomini. Il suo ululato era un grido di dolore per il tragico evento che ha scosso mesi fa ed ancora continua nel centro Italia. Un ululato che ha toccato tutta la penisola arrivando a far scrivere racconti.

Il progetto  è assai ambizioso. Un libro in grado di aiutare in due modi.

  • I proventi sono tutti devoluti in beneficenza alla Croce Rossa Italiana.
  • I racconti fanno germogliare il sentimento della speranza.

Continua a leggere “Tutti uniti per la zampa”

Una cheesecake da sogno

cheese.png

Il blog Webnauta – navigatore in un oceano di parole di Barbara Businaro – per il suo primo compleanno ha indetto un contest, poche regole chiare, un tempo massimo in cui inviare il materiale, tre giudici incorruttibili ed un ghiotto premio su cui buttarsi:

una capiente borsa in tela piena traboccante di libri cartacei.

Si tratta di creare un elaborato (racconto, poesia) di max 8000 caratteri con all’interno quattro parole chiave:  NAVIGATORE – CHEESECAKE – MANOSCRITTO – FRESIA; entro le ore 24 dell’8 dicembre 2016, linkare il sito e menzionare il tag #webnauta.

Vada come vada ho deciso di partecipare. Se vi piace, se non vi piace scrivetelo pure nei commenti, terrò ben cari i consigli anche se i giudici avranno l’ultima parola. A voi la lettura. (7901 car) Continua a leggere “Una cheesecake da sogno”

Leggere non è peccato continua. Le nostre menzioni speciali

 

Il gioco Leggere non è peccato è terminato.

Abbiamo scomodato tre giudici per essere nel pieno di un regolamento da “vero gioco”, poi abbiamo indetto votazioni popolari, ed ora i giochi sono fatti. Tre vincitori, tanti complimenti a tutti, e si potrebbe pensare che sia finita qui.

Il concorso sì, le premiazioni anche. Ma in realtà non finisce qui. Continua a leggere “Leggere non è peccato continua. Le nostre menzioni speciali”

Leggere non è peccato: i finalisti (che hanno morso la mela del peccato).

14264926_10208662215811091_8148095799251083505_n.jpg

Alle griglie di partenza eravamo io e Silvia a ideare un gioco libroso per l’estate,  incerte potesse avere successo.

Dopo poco tempo le partecipazioni, merito della rete, si sono moltiplicate fino a raggiungere la considerevole cifra di 44 concorrenti. Continua a leggere “Leggere non è peccato: i finalisti (che hanno morso la mela del peccato).”

I miei tre modi di intendere il peccato

Quello che e' peccato.png

Visto che il concorso “Leggere non è peccato” sta riscuotendo un successo insperato, smuovendo interventi e prese di posizione sull’argomento  davvero interessanti e la cosa non potrebbe rendere me e Silvia più felici, anche noi a modo nostro partecipiamo con due post fuori concorso.

Ovviamente essendo entrambe due teste pensanti, e non aggiungo colorati aggettivi a supporto rubandoli ai nostri mariti invece forbiti in materia, ogni post vi risulterà rigorosamente diverso.

Io ho deciso di occuparmi del lato peccaminoso

Continua a leggere “I miei tre modi di intendere il peccato”

“Leggere non è peccato – le regole del gioco”

13820830_10208285472032732_99957720_n (1).png

Vedo occhi sbirciare.

Scommetto che sei stato sul blog di Silvia ed una curiosità improvvisa si è impadronita di te! Se così non è devi assolutamente farci un giretto, perché la posta in palio è davvero grossa.

Il fatto è che io e Silvia, abbiamo escogitato una di quelle bombe estive (speriamo), di cui ti voglio parlare, e la cosa è nata più o meno così:

< Ciao Silvia, hai tempo?>

< Sì, dimmi. Un attimo che mio figlio mi chiama. Eccomi ci sono.>

< Pensavo, anche il mio mi chiama, aspetta….ecco dicevo che ho avuto un flash!>

< Dimmi, dimmi sono curiosa.>

< E se facessimo uscire un virus per far ammalare tutti di mania librosa? Ma dobbiamo essere originali.>

< Spiega, spiega…>

E nasce così l’idea di creare un gioco a cui far partecipare il maggior numero di persone per renderlo il tormentone più libroso dell’estate. Continua a leggere ““Leggere non è peccato – le regole del gioco””

E ti invento un concorso

13310339_10207930464117756_6756726590230362286_n

Non ero davvero preparata.

Intendo dire alla campagna di crowdfunding, con tutti i suoi momenti.

Inizio, salita, stallo, salita, salita….ci sarà una discesa o solo salita?

Chi come me intraprende questa novità non è del tutto a conoscenza di ciò a cui va incontro. Strategia, mercato, messaggistica azzeccata, “conosci il target a cui inviare la tua campagna?”

No, inizia sulla spinta del “ce la metterò tutta”, prosegue sulle ali del “ci credo tanto”, fino a cominciare a tentennare nel momento in cui il vento si ferma, qualcuno ti alita che “ma dove credevi di andare?”e ti rendi conto che ancora non è finita. Non sei esattamente il Don Chisciotte del libro che combatte contro i mulini a vento, ma poco ci manca. Continua a leggere “E ti invento un concorso”

La ragazza che fece un salto alla fiera e scomparve

Oggi ho partecipato ad un contest indetto dalla casa editrice bookabook, in cui è in campagna il mio romanzo.

Un contest è un gioco, per tenersi in esercizio, di quelli che a noi emergenti piacciono molto.

A volte è complicato riuscire a restare in sintonia con l’argomento proposto, a volte è particolarmente affine.

Di fatto ci ho provato. Continua a leggere “La ragazza che fece un salto alla fiera e scomparve”