Family sitcom 19

pablo.png

Lampeggia lo schermo del telefono. E’ arrivato un messaggio.
Chi li manda più i messaggi, vecchi sms? Giusto la compagnia telefonica, di solito per ingolosirmi di proposte che sono talmente tanto tagliate e cucite addosso da finire, senza passare dal via, direttamente nel cestino. Ah, no poi c’è ancora papà che mi manda ogni tanto il suo punto di vista sul mondo. Uomo antiquato quel tanto che basta da ripudiare il modernismo che imperversa con il suo Nokia vetusto, che però funziona benissimo. Ma no, c’è ancora una persona che mi manda i messaggi, un’altra nel mio cerchio di mondo, rimasto là, legato al vecchio uso del telefono, l’unico che riconosce.

N- E’ papà.
P- Fai vedere.

Gli occhi stropicciati e tanto belli che brillano ancora del sonno nascosto in una piega del cuscino, dietro l’angolino buio della pupilla. Sbadiglia che sembra un piccolo grizzly e si stiracchia prendendo spazi non suoi sotto il mio naso, con il pugno teso come in combattimento.
< Buongiorno. Siete svegli? Qua tutto bene, buona giornata a tutti. A più tardi.>

Il qua è un punto piccino in mezzo al mare, dove di certo ha visto l’alba mozzafiato che racconterà al ritorno, quando i suoi occhi pieni di salsedine saranno due fessure rosse. Quando mi dirà che la vita che sogna è davvero una bella prova di forza e che sì sono uomini temprati, loro. Quando gli leggerò sul viso la soddisfazione di ore interminabili di reti tirate su dall’immensa distesa blu, invitante da fargli venire voglia di lanciarsi al largo e nuotare fino allo stremo. Modo davvero alternativo di trascorrere un giorno di ferie. Ma si sa a ognuno la propria passione.

P- Ahh. Posso tornare a letto?
N- Fila a fare colazione, non se ne parla nemmeno.
M- Mi ha morso. Ahia.
N- Ci credo, dormiva come un sasso e l’hai disturbata.
M- Le ho dato il buongiorno.
N- Devo dire che ha gradito. Dai che salutate papà.
R- Pronto. Siete svegli?
N- Buongiorno, avevi paura eh?
R- Marty hai svegliato tu la mamma?
N- Ma che #@zwxwjgh sei! No mi sono svegliata da sola.

Malfidente del cavolo. Certo che senza la sveglia non sarei di certo in piedi, ma ancora nel mondo dei sogni, visto che dormire la mattina è la cosa più bella, giusto perché impossibile. Però insomma un po’ di senso di responsabilità ancora lo conservo.

M- Sì, aveva già preparato il caffè.
R- Bene, bene. Avete fatto colazione?
M-No, giocavo con Lavaria ma mi ha morso.
R- Scommetto che dormiva tranquilla, e tu…
M- Va bè, ciao…
P- Ciao papà. Posso tornare a dormire?
R- Come no. Fila a lavarti, io sono ancora sveglio da stanotte. Ci vediamo oggi.

Sento urlare dietro le voci dei pescatori con il loro ciao che sa di aria fresca. Mi arriva fin qui. E poi ridono, come gli spruzzi di mare.
Un po’, ma solo un po’ lo invidio. No forse no, avrei l’ansia di cadere in acqua, di … o porca miseria ma è tardissimo.
N-Forza che tra poco passa il pulmino!

Che poi mi chiedo mi avrebbe svegliato con un messaggio, visto che ho tolto la suoneria? Fortuna non lo sa, altrimenti mi urlerebbe dietro che sono vere baracche i trabiccoli moderni in grado di trasformarsi in coltellini svizzeri multiuso, ma completamente inutili visto che il più delle volte levandogli la voce si risulta sempre irraggiungibili, almeno io.
Già ma lui che ne sa di come funzionano questi pezzi di futuro, lui che sta guardando in quella distesa blu che continua ad agitarsi imbizzarrita nel gioco della vita. Lui che stasera stramazzerà davanti al piatto con una stanchezza epocale, perché bello giocare a fare il pescatore, ma non è mica roba da poco!

Fammi preparare qualche cosa di buono per cena, va 😉.

9 pensieri su “Family sitcom 19

  1. una sveglia a base di odore di salsedine e altro… che bello.
    Così comincia la nuova giornata.
    I vecchi baracchini? Certo che funzionano. Non ti lasciano a piedi con la batteria e riesci a telefonare sempre. Il resto è tutta fuffa.
    Serena nuova settimana

    Liked by 1 persona

          1. Il guaio degli smarphone è duplice. Il primo si chiama android, un sistema ingordo di energia. Il secondo si chiama app, che fanno di tutto fuorché il loro mestiere. prova a vedere cosa accetti alla loro installazione. Cose assurde. Spioni legalizzati.
            Quelllo che consuma è un samsung S4, ereditato dalla figlia. L’altro è uno smartphone a tutti gli effetti ma le app fanno solo il loro mestiere e la batteria dura.
            Infatti sembra che nel 2017 ci sarà il boom del vintage, ovvero i vecchi Nokia e compagnia che telefonano e sms solo. Ma dalla batteria infinita. Si parla di due settimane!

            Liked by 1 persona

            1. La notizia che i Nokia vintage faranno il loro ritorno farà felice una cospicua fetta di popolazione. In casa mia la parte maschile farà i salti di gioia.
              In effetti hai colpito con effettiva precisione la parte dolente dello smartphone: l’installazione delle app. Il grande fratello miniaturizzato.

              Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...