Family sitcom 12

pablo.png

Se di nome fai mamma e di cognome casalinga e capita che tra gli ospiti indesiderati arrivi lei, la febbre, conti, marchesi, piani e progetti vanno tutti a farsi friggere.
Esattamente. Perché in casa mia nelle vacanze di Natale, prima hanno iniziato a turno i piccoli, poi il grande, in fila indiana i senior e ciliegina sulla torta è toccato a me. Tanto si era a casa. 
Mettiamo due cosine sul tavolo, io e le medicine non andiamo d’accordo, proprio no. Io e la strego-erboristeria invece sì, molto. Quindi zenzero, arance, mandarini, mandaranci, frutta sotto ogni forma vestita, diventa amica per la pelle. Tisane di cui raccolgo personalmente le erbe e faccio essiccare, sciroppino fatto da me di pigne di pino mugo, miele e una calda trapuntata giacca (adatta più agli esquimesi che ai nostri climi semi-tropicali) sono i miei scudi protettivi. Capirete bene come quindi mi sia ridotta e quanto potenzialmente durerà la mia influenza.
Etciù, Ahi ahi! Cof, cof.
P- Mamma cos’hai?
N- Bal di gola e gualghe linea di bebbre.
P- Solo qualche? Quindi poca poca.
N- Sì non do a leddo e non di rubo la didù, dranquillo. Etciù.
P- Veramente pensavo a un’altra cosa.
M- …?
P- Sai che avevo promesso di invitare il mio amico e tu avevi promesso di farci i muffin al cioccolato e poi dovevamo avevamo deciso di vedere il film in dvd che porta lui.
N- Cabido. Couf, couf.

Flash. In realtà avevo rimosso, ma non posso ammetterlo sono o non sono Wonder woman, Supermamma e L’esempio che devi diventare? Fingerò. Strategicamente.
N- Cerdo muffin, ho duddo. Li faccio ma ho da sdirare. Bai a giocare, do, ribassa e don ci bensi biù.
Lui legge, siamo partiti in direzione antico Egitto, diga di Assuan, lavoro degli archeologi e roba similare. Figata non ci sono mai andata. Lui rilegge per capire meglio, io intanto immagino i faraoni camminare in fila e lanciare maledizioni a chi toccherà le loro future tombe, vedo uomini a lavorare sotto il sole cocente maledicendo di aver scelto proprio quel lavoro e di essere ottimi cavatori di marmo.
P- Mamma dice proprio cavatori, si sono mangiati una esse.
N-Do. Di spiego (uffa e come lo spiego che parlo da cartone animato?)ghi gava le mondagne daglia blocchi ber … (non ce la faccio)
P- …trasformarli in tantissime cose. Ad esempio i banconi delle cucine, le lapidi, le statue. Sì lo so.
Per fortuna lo sa, glielo avranno ben spiegato a scuola. Fiùùù.
Ho i brividi che mi percorrono la schiena: mi danno una coltellata, anche un colpo a gamba tesa mentre alzo il ferro per l’ennesima t-shirt. Ma la casalinga non ha diritto alla malattia? Tipo tutti evaporano, resta sola, compare il folletto risolvi problemi, stira lui, ti sostituisce e tu dai la colpa alla febbre mentendo spudoratamente sull’averlo visto?!
P- Ora mamma devo ripetere la lezione e poi ho finito. Così mi guardo due cartoni che sono stanco.
N- Cerdo sdanco, lo immagino. Cogh, cogh.

Devo finire la pila che è alta come lui in piedi, devo preparare la merenda, devo anche fare la pipì perché la tisana è già scesa laggiù. E lui è stanco per aver letto due paginette, beata gioventù che mi è scomparsa anni fa.
Non so come ma tutto si disincaglia dalla sedia e si trasforma in pile ordinate sul tavolo. E vai, fuori uno.
I muffin sono forse il dolce più facile da preparare. Mischi gli ingredienti e tempo pochi minuti hai gonfissimi esemplari neri che ti salutano come funghetti. Neri? Nooooo. Un pochino troppo neri nonostante siano cioccolatosissimi, ma solo un pochino. Ecco, basta grattarli e non si nota quasi dentro, infatti sono belli e buoni.
Fuori due.

R- Ciao Nì. Come va?
N- Stabbii londano che ho la bebbre e sono piena di badderi.
R- E parli da morir dal ridere. Che bello ti posso prendere in giro… La colpa è tua. Prendi poca vitamina c.
N- Deramende le spremute, le bevo la battina.
R- La vitamina che consiglio io la devi prendere più volte al giorno, lo sai.
N- Ma la piandi?
R- La piando, la piando. Ma dai che sei un fiorellino. Appassito si intende.
Niente, è più forte di lui, non può farne a meno. Deve prendermi in giro. In realtà vorrei svenirgli tra le braccia e sperare sia il principe azzurro con poteri magici in grado di guarirmi con un bacio. Invece lo so che i principi azzurri sono scaduti e il mio è già consumato, ancora in buono stato, ma posso scordarmi le gentilezze di quando eravamo fidanzati. Però averlo davanti già mi fa stare mezzo bene.
R- Allora mi metto la roba stirata a posto, c’è qualcosa di pronto da sgranocchiare? Ho una fame. Per stasera invece va bene un piatto di pasta e basta, tranquilla.
Mettere la pentola sul fuoco, stare in piedi, versarci l’olio, grattugiare il formaggio… saprà farlo? Perché entro in sciopero, mi guardo il cartone ben distante  dai bambini sulla sedia e stasera vegeto.

Aiuto voglio la malattia!!!!! Intanto alla porta il nostro piccolo ospite è arrivato. Evviva si fa casino!

Rossella O’Hara domani è un altro giorno me lo certifichi tu?!

5 pensieri su “Family sitcom 12

  1. Ah, io lo so che la mia sta in agguato, che l’influenza è lì dietro le spalle che aspetta di cogliermi impreparata. Perchè io me la becco sempre al finale, dopo che tutti si sono ammalati nel periodo più nevoso e piovoso, io me la becco o sotto carnevale o ai primi soli di primavera. Grrrr!
    Mi han consigliato delle pastiglie concentrate di vitamina C, vediamo se con quelle la salto! (tenendo conto che due vado anche a correre e torno a casa accaldatissima)

    Liked by 1 persona

    1. L’influenza arriva quasi sempre nel momento meno opportuno, non so come faccia ma ha un tempismo eccezionale. E in piena estate non è terribile? Credo esista un unico rimedio per prevenirla… ma non sia concentrato in pastiglia. Devo ancora scoprirlo però.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...