Consigli natalizi “Buckkosi”

15267811_10209384971239525_7401923038224365789_n

Ho guardato il calendario e scoperto che manca proprio poco al Natale. Insomma poco per non avere fretta di ultimare gli ultimi acquisti, ma ancora il tempo c’è. Così ho pensato di svelarvi un po’ delle ultime conversazioni che dilagano in questi giorni. Chissà magari vi può essere utile.

– Non so davvero cosa fare di regalo quest’anno a mia madre e Margherita.

-A chi lo dici, io ho Ugo che mi fa impazzire.

-Ah, ma mi aggiungo anche io al trio se avete idee sono le benvenute. Sappiatelo.

-Veramente sono a corto, perché a dirla tutta le cose che belle costano troppo e le sciocchezze inutili traboccano dagli armadi.

-Ohi ciao Nadia! Abbiamo un dilemma: hai sempre buone idee tu, non è che per caso ti scappa un consiglio?

-Dipende? Cuore, lavoro o cosa?

-Natale! Siamo in crisi per i regali. Sai la solita storia ogni anno? Portafoglio vuoto, pensierino che faccia bella figura e non sia una ciofeca.

-Davvero? Io ho risolto, regalo libri.

-Eh va be, ma mica tutti leggono e poi valli a indovinare i gusti.

-No, no ho il libro che piace a tutti.

-Dai su racconta, non ci credo.

-Parla di animali, si impone di trasmettere speranza e aiuta con il ricavato i paesi che hanno subito il terremoto. Poi riesce a leggerli chiunque, dal bimbo al nonno. Sono racconti corti, scritti bene e carichi di emozioni, pensa che uno l’ha scritto una bimba di 10 anni. No, no fidati è un regalo azzeccato.

-Scusa e quanto costa?

-Poco. 8.50 E il cartaceo e 2.90 E il digitale.

-E’ una figata.

-Davvero sai e poi la cifra che dovrebbe andare agli autori va alla Croce Rossa, quindi fai due regali.

-E dov’è che si compra?

-Amazon. Facile, ti arriva pure a casa o se preferisci incartato e spedito a chi vuoi. Meglio di così.

-Oh pronte ragazze? Dacci il link che si fa subito.

-Eccolo qui.

giphy.gif

Sì ecco insomma perché il web come la comunicazione verbale ha regole chiare. Se vuoi che un messaggio funzioni deve avere:

  • foto
  • impatto
  • contenuto

Per la foto meglio se con animali o bambini. I motivi sono facili da comprendere: muovono tenerezza, buoni sentimenti e raccolgono una cospicua parte della popolazione.

Il messaggio più è incisivo più è veloce da leggere ed assorbire, visto che in poco tempo deve colpire in mezzo agli altri e far fermare quell’istante, richiamando l’attenzione.

Il contenuto da veicolare se esteso alle masse senza discriminazione di sesso, politica, religione è più facile da postare ovunque senza violare fasce protette ed altro.

Ci siamo capiti. Tre regole facili ed essenziali e Buck e il terremoto nella sua scalata al successo nel mercato dei libri questi passi li ha mossi a dovere.

La foto è la bellissima copertina meravigliosamente uscita dalla creatività di Elisa Riddo, il titolo Racconti a quattro zampe è decisamente d’impatto e traina verso il mondo animale catturando la curiosità, il contenuto è ricco ed abbondante.

Quindi ecco spiegato come a pochi giorni dal Natale in quasi tre mesi dalla sua pubblicazione abbia venduto ben 237 copie cartacee e 95 copie digitali. Solo che per l’obiettivo che si è posto questo non è sufficiente. Per fare beneficenza, quella vera, c’è bisogno di una genialata. C’è chi leggendo starà pensando a strategie segrete, a subdole manovre di marketing, no, tutto alla luce del sole, tutto molto luminoso oserei dire.

Sia il Comune di Amatrice, che quello di Accumoli hanno concesso, su richiesta di Paolo Cestarollo, il patrocinio al libro, riconoscendo la sua indiscutibile opera benefica non solo più a parole. I fatti sono stati dimostrati dai report che la Croce Rossa Italiana ci invia per regolarizzare le donazioni ricevute e con vero onore li mostro a nome di tutta la squadra.

Ad oggi infatti siamo orgogliosi dei versamenti effettuati per un totale di 630Euro.

Oggi vorrei ringraziarvi se lo avete già comprato e spingervi a farlo anche solo come dono da mettere sotto l’albero se invece ci state pensando. Pensate che l’azienda Melinda ha scelto noi come regalo ai dipendenti appoggiando il nostro progetto solidale.

Comunque vada questo è un piccolo grande successo per la squadra di Buck e il terremoto. Grazie di cuore.

15267811_10209384971239525_7401923038224365789_n.jpg

 

7 pensieri su “Consigli natalizi “Buckkosi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...