La curiosa impertinente in ferie (mica vero…)

Chiuso per feriemica vero....jpg

Mi pare giusto avvisarvi che se martedì vi aspettate un’intervista troverete chiuso per ferie. Un po’ per dare respiro a voi lettori, un po’ per andare incontro a quelli che sono i tempi di uscita dei libri e poterli leggere prima di intervistare gli autori, quindi niente intervista. 

Penso sia giusto che il blog osservi la realtà di quanto sta accadendo nella mia vita e vada di pari passo.

Qualcuno sa, qualcuno ignora, ma di fatto mi trovo nel pieno di una avventura che con i libri (mia passione) ha sempre a che fare. Quindi per una sorta di corretta informazione riassumo velocemente. Neppure tanto tempo fa ho scritto un libro composto da diversi racconti, scelto la forma del crowdfunding per poterlo pubblicare e nel giro di qualche mese concluso la campagna di raccolta fondi. Poi un bel buco temporale, definito attesa, che mi ha visto tamburellare con le dita sul tavolo nella speranza il tempo volasse via in fretta, mentre lui strafottente invece se la prendeva comoda.

Ho rischiato di sprecare quel tempo in maniera poco costruttiva aspettando semplicemente, stando con la faccia poggiata ai vetri nella certezza che prima o poi il mio momento sarebbe arrivato, riflettendo, ipotizzando, stressandomi. Invece ho scelto di restare impegnata e in questo il blog mi ha aiutato.

  • Ho partecipato  e sono stata scelta per la raccolta di racconti Buck e il terremoto;
  • ho partecipato a concorsi e contest scrivendo racconti;
  • ho fatto conoscere il mio nome in rete;
  • ho conosciuto persone interessanti, proprio te che stai leggendo;
  • ho ampliato i miei orizzonti leggendo autori emergenti;
  • ho capito cosa spinge a scrivere gli altri e l’ho svelato nelle interviste improvvisandomi giornalista;
  • ho trovato la mia dimensione.

E se questo non bastasse ora sto in editing.

Quindi mica vero che sono in ferie! Almeno non quelle che prevedono ombrellone, isola paradisiaca, spiaggia solitaria con acqua cristallina. Anche perché se devo proprio devo essere sincera io lì non mi sentirei in vacanza. Preferirei una baita in montagna in completa solitudine. Senza nessuna contaminazione. Ma questi son sogni.

Sono al computer a riflettere e correggere cosa l’editor ha trovato da modificare nel mio lavoro. E nel frattempo elaboro. Il fumo dalle rotelle la dice lunga… Ho tante di quelle aspettative da poter farcire anche le speranze altrui.

Il libro è sempre prenotabile, anche perché come in tutte le avventure scopri via via che la meta si sposta sempre di più. Se infatti se vorrò un promotore professionale a proporre il libro ai librai, una strategia dedicata al marketing online per consigliarlo ai futuri lettori, devo attivarmi a “piazzare” altre 92 copie. Non male!  Dovrò davvero essere molto convincente e studiare buone strategie o… no, nemmeno a pensarci a quel o.

Fateci un giro, c’è l’anteprima, la possibilità di preordine, la certezza di pubblicazione, insomma merita uno sguardo.  E per darlo, cliccate QUI.

5 pensieri su “La curiosa impertinente in ferie (mica vero…)

    1. grazie troppo buono, ma sì lo ammetto ho a metà un bellissimo libro pieno di misteri che mi prende davvero, le cui tematiche mi incuriosiscono e intrigano e se l’autrice me lo concederò la intervisterò. Poi non parliamo delle letture in attesa, ma senza libri io non vivo!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...