Sono stata nominata ai Liebster

pablo (1).pngNon tutte le mattine sono uguali, ad esempio ti svegli un giovedì qualunque con un tempo da allerta rosso ed un cielo che è sceso giù tutto insieme e scopri che sei stata nominata. Non essendo tra i partecipanti al Grande Fratello, e del tutto impreparata in novità leggo per bene di cosa si tratta. Che io sappia ho partecipato a qualche concorso, ma sono troppo assonnata per mettere a fuoco, ora.

E’ Barbara bella, la Businaro, quella navigatrice di Webnauta, insomma avete capito, che offre un giro di Liebster e scandite bene tutte le regole per il concorso ci mette in mezzo pure me. Preferirei un capuccino fumante con spruzzata di cacao e poi tornare a letto a poltrire ed avere la bacchetta magica che faccia il resto al posto mio, invece no.

Ora non rispondere agli inviti non è cortesia, ma non sono una troppo festaiola e prezzemolina, quindi compaio a metà. Continua a leggere “Sono stata nominata ai Liebster”

Family sit com 2

noi.png

La mia vita in realtà non è un turbine di avvenimenti. Più o meno ricalca ogni giorno gli stessi impegni e mi vede attrice di un copione, però se mi distacco e osservo il tutto dal di fuori ecco, offre spunti interessanti. Ecco cosa ne esce.

Noi due e la perfetta sintonia.

Ora di cena Continua a leggere “Family sit com 2”

I verbi secondo Nadia: essere tempo personale

Essere.jpg

Essere. Sono, ero e sarò. Concentrati in un verbo. Stati d’animo, mutazioni in essere.

Una vita intera, nell’attimo stesso in cui essere da verbo diviene sostantivo. Verbo complicato, intenso e sfaccettato.

Troppo vasto per poterlo definire nel suo complesso, quindi oggi per giocarci un po’ su, lo trasformo nel mio modo di essere.
Così saprete chi sono. A volto scoperto, io. Continua a leggere “I verbi secondo Nadia: essere tempo personale”

L’alchimia della casalinga (guest post pubblicato sul blog di Salvatore Anfuso)

pablo.png

Il 18 novembre 2016 sul prestigioso blog di Salvatore Anfuso ho avuto l’onore di scrivere un Guest post.  E’ per me motivo di orgoglio inserirlo nella memoria di Svolazzi e scritture a distanza di giorni, in modo da poterlo ogni tanto leggere ricordando gli ottimi consigli e tenendo sempre a mente la grande occasione ricevuta. Ogni opportunità è preziosa, specie se accanto a belle persone dotate di grandi capacità quindi ringrazio per avermi permesso tutto questo a piena voce

Salvatore Anfuso

(https://salvatoreanfuso.com/2016/11/18/alchimia-casalinga_scrittrice/#more-7717)

L’alchimia della casalinga

Continua a leggere “L’alchimia della casalinga (guest post pubblicato sul blog di Salvatore Anfuso)”

Family sit com 1

pablo.png 

Noi la vera famiglia ( altro che le pubblicità).

Protagonisti: Noi
N- Nadia – la mamma
R- Ricky – il papà
M- Marty – la figlia
P- Pippo – il figlio

Domenica mattina.
R- Buongiorno!
N- Giorno, yawwwwwn!
M- …no
P- Ciao.
Colazione come gli sfollati tutti in piedi al bancone della cucina ognuno a bere e mangiare una cosa diversa con gli occhi socchiusi e ciabatte sparse a vanvera da vero percorso a ostacoli.  Continua a leggere “Family sit com 1”

La curiosa impertinente in ferie (mica vero…)

Chiuso per feriemica vero....jpg

Mi pare giusto avvisarvi che se martedì vi aspettate un’intervista troverete chiuso per ferie. Un po’ per dare respiro a voi lettori, un po’ per andare incontro a quelli che sono i tempi di uscita dei libri e poterli leggere prima di intervistare gli autori, quindi niente intervista.  Continua a leggere “La curiosa impertinente in ferie (mica vero…)”

I verbi secondo Nadia: sorridere tempo felice

Sorridere tempo felice.jpg

Sorridere, non poteva non arrivare dopo sperare. Dopotutto chi spera ha l’animo predisposto e di qui nasce un finalmente un verbo superbo. Lo dico perché, lo ammetto, vorrei vederlo trionfare al posto di odiare, piangere, intristire, arrabbiare, infuriare, detestare etc etc. Ma no, non sarà un post melenso pieno di sdolcinature e buonismi. Tranquilli. Continua a leggere “I verbi secondo Nadia: sorridere tempo felice”

Tutti uniti per la zampa

uniti per la zampa.png

C’è un errore, gli autori hanno mani che battono sui tasti a velocità impressionante, che tengono penne per scarabocchiare sui fogli. Non zampe. Le zampe le hanno gli animali.

Eppure qui tutti hanno unito le zampe immaginando di averle.

Il titolo già ne parla. Buck ha chiamato a raccolta chi, come lui, sentisse il desiderio di aiutare gli uomini. Il suo ululato era un grido di dolore per il tragico evento che ha scosso mesi fa ed ancora continua nel centro Italia. Un ululato che ha toccato tutta la penisola arrivando a far scrivere racconti.

Il progetto  è assai ambizioso. Un libro in grado di aiutare in due modi.

  • I proventi sono tutti devoluti in beneficenza alla Croce Rossa Italiana.
  • I racconti fanno germogliare il sentimento della speranza.

Continua a leggere “Tutti uniti per la zampa”

Una cheesecake da sogno

cheese.png

Il blog Webnauta – navigatore in un oceano di parole di Barbara Businaro – per il suo primo compleanno ha indetto un contest, poche regole chiare, un tempo massimo in cui inviare il materiale, tre giudici incorruttibili ed un ghiotto premio su cui buttarsi:

una capiente borsa in tela piena traboccante di libri cartacei.

Si tratta di creare un elaborato (racconto, poesia) di max 8000 caratteri con all’interno quattro parole chiave:  NAVIGATORE – CHEESECAKE – MANOSCRITTO – FRESIA; entro le ore 24 dell’8 dicembre 2016, linkare il sito e menzionare il tag #webnauta.

Vada come vada ho deciso di partecipare. Se vi piace, se non vi piace scrivetelo pure nei commenti, terrò ben cari i consigli anche se i giudici avranno l’ultima parola. A voi la lettura. (7901 car) Continua a leggere “Una cheesecake da sogno”

La curiosa impertinente intervista la squadra di Buck

 

la-curiosa-impertinente-intervista-una-squadra

Martedì anziché la solita intervista singola ho scelto di dare spazio ad una iniziativa davvero meritevole.

La beneficenza attraverso un libro.

Si sa la beneficenza si può fare con i gesti reali, la donazione in denaro, prestando aiuto, mettendo a disposizione le proprie competenze…
Per il terremoto del centro Italia si è mossa tutta la nazione e nonostante passino i mesi la macchina della beneficenza non si è fermata. Le iniziative ideate per prestare aiuto sono state dal giorno dopo tantissime e continuano a spuntare.

Perché il cuore batte. Forte.

Un’autrice dal cuore grande, Serena Bianca De Matteis, ha ideato un concorso letterario con l’intento di creare un’antologia di racconti, il cui ricavato andasse interamente devoluto in beneficenza. Dal dire al fare è trascorso pochissimo tempo. Al richiamo molti autori sono accorsi, poi si sono aggiunti grafici e tecnici creando un bellissimo oggetto da tenere caro per la memoria.

“Buck e il terremoto.”

Un libro al cui interno viaggia sul filo l’emozione. Palpabile e sottile, e leggerlo non sarà meno intenso dallo scriverlo.

Facendo  parte della squadra  conosco informazioni ai più sconosciute. Proprio in veste di “persona informata dei fatti” martedì vi svelerò alcuni dietro le quinte che hanno mosso gli autori dell’antologia a scrivere i loro racconti.

Qualcuno saprà già che il tema legante è la speranza. Tema necessario a tutti per sopportare le avversità. Quindi poserò le vesti dell’impertinente e vestirò solo di curiosità. Vi porterò a conoscere i pensieri molto intimi di chi ha messo il cuore e tante emozioni negli scritti con la ferma intenzione di dare la sua mano concreta alla ricostruzione.

Se amate gli animali, se credete che scintille di bontà alberghino nell’istinto umano, martedì restate sintonizzati qui!

buck-terremoto-hi-res