Alla fiera dell’est…

Alla fiera dell'est....png
Alla fiera dell’est … con due soldi, un topolino mio padre comprò…
Ve la ricordate la canzoncina? Un tormentone dei miei anni, utile alla memoria e ad ingannare il tempo.
Perché mai mi sarà venuta in mente? Perché, perché…ecco perché.

Sono andata alla fiera. Episodio non usuale. E non ho scelto una fiera come tante, ma una davvero mega, perché almeno quando si fanno le cose tanto vale farle bene, mi son detta.
E così, fiera è stata.
Basso Piemonte, temperature da piena estate, sole cocente, folla umana, distesa infinita di tutto. Nel tutto è compreso: paninari della porchetta, salumieri e “formaggeri” di oro in pepite, banchetti di ogni ordine e specie di merce vendibile, animali da allevamento e compagnia, mezzi da lavoro compresi trattori supersonici con cabina di pilotaggio stile Nasa e carrelli elevatori per arrivare alla Luna.
Potevo non trascorrere ore e ore al picco del sole, sotto i tendoni ad annusare sterco vario di quadrupedi e bipedi? Non potevo, perché promesso anzitempo ai miei figli dalla memoria prodigiosa.
E poi che fiera è se non accarezziamo due cavalli, due caprette ?

“… i vitelli ma guarda che belli, mamma le papere, ci sono gli struzzi, non ci credo il lama, vieni i pulcini, i maialini vietnamiti, ma io non sapevo che i furetti fossero così e guarda le puzzole, i cincillà… “

Poi si passa ai volatili e solo una fortunata deviazione ai pochi rettili presenti ci permette di evitare la dura scelta tra un barbagianni ed un pappagallino. Asinelli che ragliano, cagnolini che guaiscono, gattini dai musetti incantevoli, ogni sorta di strano animale può essere venduto. Siamo palline da ping pong a rimbalzare ovunque.
Su ognuno un prezzo. Cari, troppo cari, giganti, non adatti. Sono bravissima a regalare scuse. Non è che non voglia animali, ma la papera in casa non so dove metterla e nemmeno la voglio. So che più staremo lì, in quel terribile recinto di tentazioni, più sarò a rischio.

Alla fiera dell’est … con due soldi, un topolino mio padre comprò.

“Mamma siamo gli unici in classe a non avere un animale da accudire.”
“Vero, ma non abbiamo il giardino.”
“Non importa, ne scegliamo uno che stia in casa.”
“Piccolo?”
“Piccolo, piccolo. Ma lo scegliamo noi.”
“Uno in due? Poi litigate.”
“No, uno per uno.”
“Io non so, ma papà cosa dice?”
“Dice che a decidere tocca a te.”

Ecco, in questi casi, vorrei un suo no secco. Motivato da: nessun animale in casa fino a che non dimostrerete giudizio, o le solite cose che si dicono. Che poi lo so, lui ama i gatti. Si trattiene solo perché è stra fissato con l’ordine e la pulizia.
Lo guardo, mi guarda. Ci tocca, lo sappiamo. Prima o poi. Solo non so se siamo pronti. Però loro hanno deciso.

“Mamma per Natale chiediamo i regali anche per Axel e Lavaria.”
“Regali? Davvero? E cosa?”
“Mangime, cappellini, giochini…”
“Mah! Non so se funziona Babbo Natale per gli animali.”
“Mamma, però devi promettere una cosa … ora noi torniamo a scuola e la mattina restano da soli, devi prendertene cura tu, fino al nostro rientro. ”
“Devo? E la gabbietta invece la pulite voi al pomeriggio un giorno per uno. Vero?”

Ecco ci hanno già preso la mano, dentro la gabbietta quei due microscopici topolini.
Una preghiera sale al cielo, insieme a tutte le altre di questo periodo. Fai che non escano mai dalla gabbia, fai che non li trovi in giro per casa, ti prego. Erano di certo meglio le tartarughine marine, o una cocorita, ora lo so. Fa che non escano dalla gabbia mai…

Alla fiera dell’est… per due soldi, un topolino mio padre comprò…

Mannaggia a me.

Alla fiera dell'est....png

20 pensieri su “Alla fiera dell’est…

  1. CHE FORTE!!! Ecco, io che odio il caos, la confusione, la gente in generale, alla fiera dell’est i miei figli ce li porterei di corsa. E poi tornerei a casa con una fattoria intera, altro che topolini!
    Per me hai fatto bene a prenderli e vedrai che i tuoi figli ti stupiranno nel prendersene cura. Dagli fiducia e la ripagheranno. Un animale è il più bel regalo che puoi fare a un bambino.

    Mi piace

    1. Sulle prime eravamo davvero molto intenzionati a prendere due caprette nane, un asinello e le paperotte, poi ci siamo resi conto che non abbiamo la casa dei miei sogni in campagna con terreno ed alberi…ecco forse al posto dei topolini era meglio il gatto, ma so che è solo l’inizio…la fattoria è nel sangue, anzi Filippo mi ha già informato che la prossima estate vuole andare a fare il pastore!

      Mi piace

  2. chiarasole1981

    Anche secondo me è bello, per un bambino, crescere a contatto con gli animali, perché impara a prendersi cura di un’altra creatura. Io ho avuto un cane, e mi piacerebbe prenderlo di nuovo. Se le mie condizioni di vita cambieranno, chissà…

    Mi piace

    1. Il cane piace tanto anche a me, ma meticcio di stazza media e possibilmente di pelo raso rossiccio simile alla volpe…ho le mie idee, solo non ne ho mai avuto uno. Concordo però con le condizioni di vita, per prendere un animale e lasciarlo solo chiuso in casa ad aspettare se ne dovrebbe fare a meno,quindi penso tu faccia benissimo ad aspettare.

      Mi piace

  3. Certo che per mettersi in casa due sorci, potevi anche evitare di andare a una fiera e metterti invece a ravanare nella spazzatura sotto casa. Così non spendevi nemmeno i due soldi. Ad ogni modo i topolini sono esseri interessanti. Innanzitutto hanno molto in comune con noi, altrimenti non mi spiego perché facciano sempre gli esperimenti su di loro. Poi sono furbissimi, soprattutto a escogitare un modo per fuggire dalle gabbie. Infine sanno correre sulla ruotina come delle vere trottole. Certo, non li riterresti dotati di particolare intelligenza se per fingere di correre si mettono a ruotare su una rotella… ma è solo finzione. Fingono di essere tonti e nel frattempo progettano di conquistare il mondo.

    In bocca al lupo.

    Liked by 2 people

    1. Innanzi tutto sono molto felice del tuo passaggio qui e anche se non in abito da sera, ma in pigiama, ti faccio gli onori di casa.
      Sapessi che ritrosia a prendere quei due sorcetti, sulle prime,è vero sono criceti russi dal nome altisonante Roborovosky, piccoli e morbidosi, ma pur sempre sorcetti. Sono cresciuta in montagna e di topi ne ho visto di tanti generi: piccoli da granaio, volanti chiamati Ratti g sugli alberi, grassocci a scampagnare nell’orto…e mio padre al comparire della gabbietta mi ha giurato di diseredare i nipoti! Però o cedevo sui topi o mi toccava il cucciolo di struzzo (davvero carino, ma…) o la capretta nana, anche l’asinello era gettonato…niente da fare, ho ceduto sui topi. Comunque hanno del fascinoso con quel musetto sottile e birbo, le minuscole zampette a lavarsi come i gatti di continuo, li comincio a trovare interessanti e temo come nel cartone di “Prof e Mignolo”che stiano tentando di conquistare il mondo, hai ragione, terrò gli occhi aperti!

      Liked by 1 persona

      1. Io ci ripenserei sullo struzzo, fossi in te, pensa a quanto risparmieresti sul carburante cavalcandolo per andare al lavoro… E poi fanno delle uova enormi, molto nutrienti, con cui fare colazione prima di finire all’ospedale per un picco di colesterolo. Mmh… no, hai ragione, meglio i sorcetti (non quelli di Renato Zero, che erano sorcini).

        Liked by 1 persona

  4. Ma topi topi o criceti??
    Noi solo gatti, il loro spirito d’indipendenza si sposa di più con le nostre vite.
    Oddio, avevamo anche provato con i pesci rossi (in un periodo di assenza felini) ma…ai pesci rossi se gli parli ti rispondono solo boccheggiando, e non sai mai se ti prendono per i fondelli! Non gli puoi fare na carezza, nè certo loro escono dall’acqua per coccolarti. Se gli tiri la pallina, gli procuri uno tsunami in vasca. Quando s’attaccano al vetro non capisci se stanno dicendo “Ho fameee!” o “Cambiami l’acqua te pregoooo!”. E siccome tutti pensavano che avevano fame, abbiamo fatto fuori credo 6 pesci per indigestione. Perchè mangiano, mangiano sempre, anche senza accorgersene!!
    “E’ morto…ma cavolo, gli avete dato da mangiare??” :/

    Liked by 2 people

    1. noooo poveri pesci sovrappeso e con colesterolo a palla! Il mio problema è che questi sembrano topi ma sono della famiglia dei criceti. Si chiamano Roborovosky. Sono piccoli ma davvero piccoli e ho lo stesso problema, se li levi dalla gabbia per giocarci, accarezzarli o altro, mordono e scappano, insomma restano istintivamente topi e non è il massimo. Infatti sapevo di aver aperto il via al “prendiamo un altro animale?”. Il gatto fino a che il topo sta in casa non lo vedo molto affine, ma è quello richiesto per la maggiore in famiglia. In effetti…due coccole in più forse le farebbe e le ricevebbe, ma ora lo dico ad alta voce, io gli animali in casa non li sopporto. La casa per me deve essere pulita ed igienica ed un animale libero di sporcarsi e fare l’animale, mica di passare lo swiffer dietro perché perde peli, quindi senza un “fuori” casa non se ne parla. Le ultime parole famose e domani il primo trovatello gattoso mi arriva in casa.

      Mi piace

  5. Mio figlio voleva un iguana da portare a spasso… poi i conigli e ora abbiamo un acquario che lui pulisce con il papà 🙂 i topi no perchè la nonna ha detto che dove ci fossero topi lei non avrebbe messo piede (ho capito cosa fare quando mia madre rompe… non tutti gli animali vengono per distruggere)

    Liked by 1 persona

    1. Ah ah ah ottimo strumento per allontanare ospiti indesiderati! Assolutamente l’iguana al guinzaglio deve essere originale, molto originale, mentre l’acquario rilassante. Ad ognuno il proprio animale, l’importante è trattarlo con la giusta cura e dedizione.

      Liked by 1 persona

  6. Pingback: Dopo la fiera i topi ballano – svolazzi e scritture

  7. Pingback: I topi son tornati – svolazzi e scritture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...