Sognetto pronti ai posti via.

20160310_135355 (2)

Dice Emma Frignani nel post suo blog di avere un Sognetto. 

Spiego meglio.

Un Sognetto. Che non è un sogno piccolo, nossignore, ma è un sogno-progetto.

Chi scrive sogna, è inevitabile. Parole alla deriva ricongiunte dal comune denominatore della storia per diventare un insieme di fogli rilegati. Un libro.

Anche io lo sogno. Perché ricordo ancora la gioia immensa di vedere in quel corpo di carta il mio primo figlio autoprodotto, diventare concreto, tra le mani di estranei per essere divorato, spulciato, sezionato ed amato. Lo sogno per la grandissima emozione che porta sapere di essersi trasferita in un rettangolo di cellulosa un tempo albero. E’ pura magia.

L’idea nasce da un brillio invisibile, per molti talmente silenzioso da non venire neppure riconosciuto. Diventa ispirazione, un turbinio di tentacoli che non permettono di evadere ed avvinghiano rendendo schiavo.  Traslocano su pagine e pagine prendendo forma sempre più chiara. Il sogno è  progetto. Luccicante dell’inesperienza che ancora ricopre con la sua patina, ma pronto a sciogliersi al primo cenno di entusiasmo.

Ecco il sogno è svanito, il progetto è oltre alla linea di partenza, oltre la metà, oltre le migliori speranze. E’ un miraggio.

Il mio Sognetto è vicino al suo arrivo, è la somma di tanta fiducia, di centinaia di persone, di curiosità e condivisione di intenti.

Vi dirò che svegliarsi da un sogno non è mai cosa bella, svegliarsi in una realtà dissimile non è il desiderio primario. La realtà delude, fa inciampare e inesorabilmente arresta gli sfrenati tentativi di gloria. Perciò si deve avere talmente tanta forza da saper reagire senza sfrontatezza, con maturo equilibrio e delicatezza. La vita si offende altrimenti.

Il mio Sognetto si chiama Occasione. Porta al collo il titolo di Vita e riavvita. Potrebbe spianarmi la strada verso un mondo di colleghi più bravi, un pubblico abituato al meglio, un mondo con regole che ancora non conosco. Potrebbe relegarmi tra quelli che non ce l’hanno fatta, che per lo meno ci hanno provato, che restano un nome con poche pubblicazioni al suo attivo.

Il mondo è pieno di potrebbe, di occasioni mai provate. Io ho scelto.

Mi metto in gioco e tiro alla fortuna. Vuoi mai che mi strizzi l’occhio e trasformi il Sognetto in un libro in carta e copertina? ( Se siete curiosi potrete seguire i miei progressi qui . )

E tu, che sei arrivato fino qui, lo hai un Sognetto? Sarei pronta a scommettere di sì.

20160310_135355 (2)

Un pensiero su “Sognetto pronti ai posti via.

  1. Pingback: Sognetto pronti ai posti via. – svolazzi e scritture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...